lo sputo del lamento di una emorragia cerebrale

Un effetto sonoro che sospira e grida sillabe e vocali scomposte, accompagna per tutta la durata "furie de sanghe, emorragia cerebrale", mettendo in continua tensione lo spettatore che viene catapultato nelle vicende di una famiglia crudele con i personaggi che ricordano i protagonisti piu' oscuri delle favole. Ci sembra infatti di vedere i tratti del lupo cattivo, l'orco, la strega di Biancaneve, la matrigna di Cenerentola, l'innocente cappuccetto rosso; sono invece zio, zia, nipote e un capitone, con l'apparizione di una giovane a portar scompiglio e tentazioni.

Vivono in una inquietante arcata bianca, che si macchia di sputi bavosi che vomitano l'odio, la cattiveria e la violenza fortificata dal dialetto barese che fa da linguaggio madre all'opera, lasciando la massima comprensione dei contenuti del testo, grazie ai chiari quadri visivi, espressivi e uditivi che sostano spesso in un fermo immagine.
Il capo branco ed il lupo sono in continua lotta mentre un capitone viene continuamente sollecitato e accarezzato, è l'anima metaforica della messa in scena, oggetto di desiderio sessuale in continuo gemito e ricerca.

Un ombrello fa da scudo alle parole violente, in attesa di una pioggia che manca da molto, come la purificazione delle anime di questa famiglia che vive un viaggio di sopravvivenza mistica tra odio e abusi.
Piacevole ed opprimente è questo lavoro teatrale della compagnia pugliese "Fibre parallele", scritto da Riccardo Spagnulo per la regia di Licia Lanera, tra le attrici in scena con Sara Bevilacqua, Corrado la Grasta e lo stesso autore Riccardo Spagnulo; voci e corpi in un concentrato di forza scenica e sempre in trazione.

NESTiamo vedendo di belle opere!

"Furie de sanghe, emorragia cerebrale" è il secondo spettacolo della neo stagione teatrale del NEST, Napoli Est Teatro di San Giovanni a Teduccio che conferma una programmazione caratterizzata da opere di apprezzabile quotazione artistica e da compagnie che espongono nuove e notevoli drammaturgie. 

A completare lo spessore artistico, oltre all'attento servizio d'ordine dello staff, una platea gremita e composta da giovani e artisti che si incontrano piacevolmente con la direzione del NEST.

 

qui tutte le info sulla programmazione del NEST

 

 

@Antonio Diana


foto @Gigi Buonocore

Contatti

3348255591 - 3450762152

info@antoniodiana.it

Vieni a trovarci presso 

Associazione Teatro Madrearte

Via della Repubblica 173

Villaricca (NA)

www.madrearte.it

contattami e restiamo in contatto qui

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Antonio Diana